Chi siamo

La nostra è una comunità di cristiani laici fondata da Don Tarcisio Comelli (Gropello Cairoli, 1932- Vigevano 2003), un sacerdote che ha dedicato la sua vita ai giovani, per far loro incontrare Cristo in una esperienza di comunità.
Alcuni di quei giovani hanno voluto continuare quell’esperienza anche da adulti, per cui nel tempo la comunità ha sempre più assunto una fisionomia (non esclusiva) di comunità di famiglie.

Cosa siamo
Siamo una associazione privata di fedeli, con uno statuto che è stato approvato dal Vescovo della diocesi di Vigevano nel 2002.

Il nostro carisma
Il carisma proprio della comunità è l’annuncio di Cristo con la testimonianza dell’unità, il cammino di comunione “perchè il mondo creda”. Il progetto che intendiamo concretizzare è quello della cultura della comprensione, accettazione, condivisione reciproca. Noi vogliamo testimoniare che il dono dell’unità è possibile (“Che siano una cosa sola”) tra noi, con la nostra Chiesa locale, con la Chiesa universale.

In questo quadro si innestano le finalità individuate dallo Statuto:

  • favorire la formazione spirituale permanente di tutti i membri, in vista di una crescita personale e comunitaria nella Carità, nel superamento dell’egoismo e nella ricerca dell’unità in comunione con la Chiesa locale e universale;
  • educare i membri a ricercare la propria santificazione operando, in spirito di servizio, come strumenti di unità nella vita quotidiana, specialmente all’interno della famiglia e nei luoghi di lavoro e di studio;
  • favorire la creazione di rapporti di fraternità concreta e solidale fra tutti i membri, nella ricerca di una dimensione familiare ampliata;
  • evidenziare il carattere missionario intrinseco dell’essere comunità, attraverso iniziative individuali o di gruppi e specialmente attraverso la stessa partecipazione alla vita di comunione

Il nostro orientamento culturale
Nella comunità convivono posizioni culturali e politiche differenti: questo non ci impedisce di testimoniare un cammino di comunione. Il denominatore comune in cui tutti ci riconosciamo è costituito dal Magistero della Chiesa, al quale riconosciamo il compito di trasmettere i contenuti della nostra fede, di discernere quanto è conforme a essa, di giudicare come la Parola di Dio deve essere tradotta nella vita.

I momenti fondamentali della vita di comunità

  • La partecipazione comunitaria alla S. Messa festiva e alla celebrazione mensile della Comunità.
  • La partecipazione comunitaria al Confronto con la Parola di Dio, in cui condividiamo il percorso settimanale personale e familiare di meditazione e attualizzazione della Parola di Dio nella nostra vita
  • La partecipazione comunitaria ai momenti di formazione spirituale (giornate di spiritualità, esercizi spirituali)
  • I momenti di preghiera comunitaria
  • L’esercizio comunitario della carità
  • La partecipazione economica alla Comunità, mediante la decima mensile.

I giovani
La comunità riserva un’attenzione particolare ai giovani, per favorire in loro un incontro personale con Cristo, nella testimonianza della vita di comunità.